50 anni di Nuova Compagnia di Canto Popolare, al Puccini

Mercoledì 7 dicembre, Teatro Puccini, Firenze. L’ensemble partenopeo celebra mezzo secolo di carriera. Album e tour insieme ai concittadini Osanna. Biglietti 25/35 euro

Parlare della Nuova Compagnia di Canto Popolare significa evocare la storia della musica del Sud d’Italia e della canzone napoletana nella sua forma più autentica e colta. Un gruppo che si è fatto ambasciatore del patrimonio sonoro italiano.

E che oggi festeggia i primi 50 anni di storia, con un nuovo disco e un tour che li porta mercoledì 7 dicembre al Teatro Puccini di Firenze.

Occasione doppia, visto che sul palco ci saranno anche gli Osanna, altra storica formazione partenopea che con la Nuova Compagnia di Canto Popolare è stata tra i protagonisti del “Napule’s Power”, il grande movimento musicale esploso nei ’70 dal centro del Mediterraneo. Due storiche band che hanno saputo anche esportare l’originalità di questo fenomeno, imponendosi a livello internazionale.

Pubblicato lo scorso ottobre, “50 anni in buona compagnia” (FoxBand) è un doppio album in cui presente e futuro della NCCP si mischiano, evidenziando la maestria che da sempre li contraddistingue: nel primo dei due dischi sono contenuti 12 inediti, mentre il secondo racchiude 12 brani storici rivisitati per l’occasione insieme a ospiti d’eccezione, come Eugenio Bennato e il compianto Carlo D’Angiò, tra i fondatori della NCCP e presente nel toccante brano “Madonna de la grazia”.

Questo progetto nasce dalla volontà dello storico produttore Rolando D’Angeli (Nek, Giorgia, Zarrillo, Moro, Goggi e tanti altri) di mettere in luce la straordinaria carriera della NCCP, attraverso l’azione sinergica di un doppio album e di un tour che ben ne rappresentano l’evoluzione musicale.

Per la produzione artistica, significativo il ritorno di Renato Marengo, storico produttore dei ’70 e figura cardine del “Napule’s Power”. È attualmente in radio “Napulitane”, primo singolo tratto dal doppio album, il cui video è visibile sul canale ufficiale Youtube della band: https://youtu.be/gkTyRvY0EUI. Nel video, diretto da Giuseppe Falagario, ospiti illustri fanno da “Buona Compagnia” alla NCCP: Eugenio Bennato, tra i fondatori della NCCP, Lino Vairetti degli Osanna, Marco Cecioni del Balletto di Bronzo, il rapper Piervito Grisù, il compositore Luigi Stazio e il sociologo cantautore Lello Savonardo dell’Università Federico II. La parte teatrale è stata girata nel Teatro Sanità di Napoli, all’interno dell’omonimo quartiere in cui nacque Totò.

Il brano racconta la gente semplice e la loro storia, con rigorosa interpretazione di canti, suoni, ritmi e colori. Uno stile ricco di energia, incalzante e trascinante, che nasce nella radice dalla tradizione popolare e si sviluppa attraverso la cura dei suoni e degli arrangiamenti, regalando così un brano musicalmente attuale, come solo chi ha 50 anni di storia e di ricerca musicale potrebbe fare.

Guidata oggi da due suoi componenti storici, Fausta Vetere e Corrado Sfogli, la NCCP esegue un repertorio straordinario, che va da successi celebri come “Tammuriata Nera” a villanelle e tammurriate composte dalla stessa Compagnia, fino ai brani più noti della tradizione napoletana eseguiti con uno stile unico e inconfondibile.

Questa la formazione della NCCP: Fausta Vetere (voce e chitarra), Carmine Bruno (percussioni), Gianni Lamagna (voce e chitarra), Corrado Sfogli (chitarra, chitarra battente, bouzouki, mandoloncello, mandola), Michele Signore (violino, lira pontiaca, mandoloncello), Marino Sorrentino (flauto, ciaramella, zampogna, tromba), Pasquale Ziccardi (voce e basso).

Dal vivo le musiche popolari della NCCP si intrecciano con la teatralità e il rock progressive dei concittadini Osanna, che si presentano con Lino Vairetti (voce, chitarra acustica e 12 corde e armonica), Gennaro Barba (batteria), Pako Capobianco (chitarra elettrica solista, chitarra acustica e 12 corde), Nello D’Anna (basso elettrico), Sasà Priore (piano, Fender Rhodes, organo e synth), Irvin Vairetti (voce, mellotron e synth).

La loro comune radice etnica trova espressione proprio in questa contaminazione, una magica alchimia che rappresenta un’occasione unica per il pubblico.

NCCP – La NCCP viene costituita alla fine degli anni ‘60 dai musicisti napoletani Eugenio Bennato, Carlo D’Angiò, Roberto De Simone e Giovanni Mauriello ai quali successivamente si unirono Peppe Barra, Patrizio Trampetti, Fausta Vetere e Nunzio Areni. Con questa formazione nel ’72 il gruppo incontra Renato Marengo che diventerà il loro produttore sino al ’76 realizzando per la EMI cinque fortunati LP e inserendoli, oltre che nei luoghi della musica classica ed etnica, senza snaturarne lo stile, nei circuiti del pop e del rock internazionali accanto ai più noti protagonisti della scena musicale di quegli anni, facendoli subito apprezzare anche dal pubblico giovane e impegnato dei grandi raduni e concerti rock. La NCCP diviene subito il fiore all’occhiello di quel movimento musicale e sociale che chiamarono Napule’s Power e che vide al proprio interno: Pino Daniele, Tony Esposito, Edoardo Bennato, Tullio De Piscopo, James Senese e molti altri grandi leader della musica italiana e internazionale. Ancora oggi la NCCP continua a calcare i palcoscenici dei più importanti teatri e festival mondiali, portando in giro la musica popolare campana e di gran parte del Sud nel loro stile originale, arricchendola di esecuzioni e rielaborazioni di grandissima qualità.

Mercoledì 7 dicembre 2016 – ore 21
Teatro Puccini – via delle Cascine, 41 – Firenze
Biglietti: 35/25 euro; prevendite www.boxol.it
www.ticketone.itwww.teatropuccini.it (tel. 055 362067)
Info tel. 055.667566 – 055.362067 –
www.bitconcerti.itwww.teatropuccini.it