Argini & Margini e Arnovivo, musica sulle rive del fiume

Le “Spiaggette”  pisane compiono 10 anni. Al via la nuova stagione. Jazz con Joe Magnarelli, Tolga Durnig, Amir Elsaffar. Ma anche Fantasia Pura Italiana, Pan del Diavolo e altri ospiti.

Ci avviciniamo all’estate e Pisa entra nel suo giugno.

Ed è tempo di tornare a vivere il fiume in quei due luoghi che negli ultimi anni si sono affermati come tra le mete preferite dell’estate in città, quei luoghi che affettuosamente i pisani chiamano “le spiaggette”.

Stiamo parlando di “Argini e Margini” e “Arno Vivo”, i due locali lungo l’Arno che ogni anno da Giugno a Settembre la Cooperativa FLU “crea” sugli arenili rispettivamente di Lungarno Galileli (Scalo dei Renaioli) e Lungarno Buozzi, sotto il ponte della Vittoria.

Le attività proposte in questa nuova stagione vanno dall’intrattenimento per bambini alle presentazioni di libri, dal teatro alla danza, fino alla musica, il cuore del cartellone culturale delle “spiaggette”. Anche quest’anno lo spazio per i concerti sarà concertato principalmente nel weekend, il venerdì ad “Arno Vivo” e il sabato ad “Argini e Margini”.

La programmazione musicale sarà curata dall’associazione ExWide, promotrice tra l’altro del progetto PisaJazz, in collaborazione anche con alcune associazioni universitarie. Il palco di “Argini e Margini” sarà il luogo del jazz e della world music; dopo il primo concerto di sabato 03 Giugno, che ha visto ospite il “New Motion Trio” di Francesco Geminiani, Lorenzo Conte e Alfred Kramer, i concerti continueranno fino alla prima settimana di settembre, con un’alternanza di grandi nomi del panorama nazionale e internazionale.

Tra gli eventi di maggiore spessore –anche se tutti gli artisti del ricco cartellone sono degni di nota- segnaliamo il trombettista di origine irachena Amir Elsaffar ospite del progetto Hyper+ di Nicola Fazzini (09 Luglio), il quartetto del trombettista americano Joe Magnarelli (16 Luglio), il trio 70’s di Gianluca Petrella che ha appena debuttato con un disco live per la collana dedicata al jazz italiano da L’Espresso. E ancora Glenn Ferris (30 Luglio), Tolga Durnig con il progetto Ottomani (13 Agosto), la Wave Orchestra di Franco Sntarnecchi (20 Agosto) e l’incantevole voce di Deborah Carter (27 Agosto).

L’offerta musicale di “Arno Vivo” sarà invece più rivolta ad un pubblico giovanile, con un occhio di riguardo a tutta quella che viene comunemente definita come “black music”, con incursioni nell’indie, nel pop e nel blues. L’apertura di Arno Vivo è prevista per mercoledì 08 Giugno, e il primo appuntamento con la musica dal vivo sarà venerdì 11 giugno con i Fantasia Pura Italiana. Nel ricco e variegato cartellone spiccano sicuramente gli appuntamenti del 24 Giugno con Il Pan del Diavolo, quello del 22 luglio con la Soul Jazz Orchestra e quello del 19 Agosto con il Soulside Festival in cui si esibiranno i The Tibbs dopo l’apertura dei nostrani Malasoul.

Ma la musica è solo uno degli ingredienti della ricetta per l’estate delle “spiaggette”. Per le famiglie e per i più piccoli segnaliamo i laboratori ludico artistici gratuiti che ci saranno ogni giovedì ad Argini e Margini, spesso seguiti da spettacoli di giocoleria e magia.

Imperdibili gli appuntamenti di giovedì 09 con il “Safari Show” del ventriloquo Nicola Pesaresi, di giovedì 14 luglio con la compagnia di giocolieri dei Karacongioli, e gli spettacoli di clownerie e magia curati dall’associazione “Chez Nous… Le Cirque!” (07 Giugno, 21 Luglio, 04 Agosto, 1 e 8 Settembre).

Il Martedì invece, sempre ad Argini e Margini sarà la giornata dedicata alle attività delle associazioni di MixArt, mentre il mercoledì sarà il giorno dedicato alle presentazioni di libri in collaborazione con la casa editrice Istos Edizioni.

Una cosa è certa: chi rimarrà in città non correrà certo il rischio di annoiarsi. Per il programma completo delle attività è possibile consultare i siti www.arginiemargini.com e www.arnovivo.it , in continuo aggiornamento.

Per “Argini e Margini” sono ben dieci le candeline che si spengono quest’anno, segno tangibile della conferma positiva che la città continua a dare verso questi luoghi e verso la filosofia del recupero di aree verdi urbane che li anima. Perché le “spiaggette” non sono solo dei locali all’aperto, sono luoghi di socialità diffusa dove più generazioni si incontrano e possono godere della ricca offerta culturale e di intrattenimento, oltre alla possibilità di bere e mangiare immersi nello scenario magico dei lungarni pisani visti da una prospettiva privilegiata.

Info
www.arginiemargini.com
www.arnovivo.it