Bruno Tommaso e Orchestra, Il guerriero di Capestrano

Martedì 23 agosto, Teatro dei Differenti, Barga. L’opera del compositore e direttore ispirata alla celebre scultura. Eseguita da un ensemble inedito. BargaJazz 2016. Biglietti 10/8 euro

Bruno Tommaso presenta il progetto “The Warrior From Capestrano” con un ensemble inedito composto da Fabrizio Desideri al clarinetto, Moraldo Marcheschi al sax tenore, Rossano Emili al sax baritono, Alessio Bianchi alla tromba, Nicolao Valiensi al trombone, Luca Giovacchini alla chitarra, Mirco Capecchi al contrabbasso, Daniele Paoletti alla batteria e lo stesso Tommaso al pianoforte.

L’opera si articola in tre movimenti – Adriatic Dawn, Visitatori non graditi, Guerriero di Capestrano – ed è liberamente ispirata alla scultura in pietra “Il guerriero di Capestrano”, risalente alla metà del VI secolo a.C. e oggi simbolo dell’Abruzzo e della sua identità.

Tra i maggiori compositori e direttori d’orchestra in ambito jazzistico, Bruno Tommaso annovera importanti esperienze anche nelle musiche medievali, rinascimentali, barocche, lirico-sinfoniche e contemporanee. Ha fatto parte del Modern Art Trio con Franco D’Andrea, del trio di Martin Joseph, del trio e quartetto di Enrico Pieranunzi e del quartetto di Giorgio Gaslini. Ha collaborato con musicisti italiani e stranieri realizzando oltre cento registrazioni discografiche e radiotelevisive e partecipando a festival nazionali e internazionali.

È stato l’ideatore e uno dei fondatori della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, il primo presidente dell’AMJ (Associazione Nazionale Musicisti di Jazz), nonchè il primo presidente dell’Associazione Italiana Instabile Orchestra. Ha ideato e condotto varie produzioni interdisciplinari tra cui “Nux erat”, “Ulisse e l’ombra”, “Steamboat Bill jr”, “La conquista del Monte dei cocci”, “Tributo a Leo Ferrè”, “Il diritto e il rovescio”. Ha tenuto corsi e seminari in Italia e all’estero ed ha insegnato presso i Conservatori di Sassari, Parma, Pesaro, Napoli. Ha svolto intensa attività didattica presso l’Associazione Siena Jazz e L’Ente Musicale di Nuoro. Dirige la “Marche Jazz Orchestra” ed è insieme a Giancarlo Rizzardi l’ideatore del concorso internazionale di arrangiamento e composizione per orchestra jazz “BargaJazz” la cui orchestra ha diretto dall’ 1986 al 2012.

PROSSIMI APPUNTAMENTI BARGAJAZZ 2016 – Mercoledì 24 nel chiostro di S. Elisabetta si esibirà il quartetto di saxofoni Arundo Donax con Pietro Tonolo, Mario Raja, Rossano Emili e Pasquale Laino.

Giovedì 25 al Teatro dei Differenti Franco D’Andrea terrà un concerto per piano solo mentre le serate del 26 e 27 saranno dedicate al Concorso Internazionale di Arrangiamento e Composizione per Orchestra Jazz con la BargaJazz Orchestra diretta da Mario Raja.

Nei pomeriggi del 25 e 27 agosto si svolgeranno alla biblioteca comunale due seminari sulla storia della musica jazz. Il primo a cura di Francesco Martinelli dal titolo “Ottantotto tamburi intonati” sulla storia del pianoforte nel jazz, il secondo a cura di Luca Bragalini sarà incentrato sulla nascita stessa del jazz “I blues di Giuseppe Verdi e le arie del buon vecchio Satchmo”

Fino al 27 agosto alla Galleria Comunale è in programma la mostra “30 anni di jazz a Barga”.

Previste anche le consuete jam session “Enojazz” presso Shamrock pub nelle serate del 25, 26 e 27 agosto.

Martedì 23 agosto –ore 21
Teatro dei Differenti – Barga (Lucca)
Info tel. 0583.724418 – cell 3483954468
www.bargajazz.itwww.barganews.com
Biglietti: 10/8 euro