Canti Erranti al Museo delle Miniere di Cavriglia

Mercoledì 4 luglio, Castelnuovo dei Sabbioni. “Terra Innamorata, memorie di Toscana dal 1921 al 1945”. Nell’ambito delle celebrazioni del 68° anniversario degli eccidi nazi-fascisti.

Arlo Bigazzi e Giampiero Bigazzi presentano una nuova edizione di “Terra Innamorata”, lo spettacolo del Canzoniere del Valdarno (pubblicato su LP nel 1978 e poi ristampato, grazie al Comune di Cavriglia, in CD nel 2001) che racconta in musica e in versi (scritti da Stefano Beccastrini con la musica originale composta da Simone Biondi, Arlo Bigazzi, Luciano Morini, Giampiero Bigazzi) la storia dei minatori e della gente di Cavriglia, dalle prime violenze fasciste del 1921 fino alla Liberazione.

Il concerto si svolge in una narrazione che, attraverso il canto di tradizione orale e i nuovi arrangiamenti e le nuove composizioni, racconta le storie della gente delle miniere e di questa terra anche negli anni successivi. L’occasione è l’inaugurazione del Museo delle Miniere a Castelnuovo dei Sabbioni, nell’antica chiesa, oggi ristrutturata, nel borgo ormai da tanti anni abbandonato. Con Arlo e Giampiero saranno in scena alcuni musicisti che fanno parte del progetto Canti Erranti: Anna Granata (voce), Mino Cavallo (chitarre), Vittorio Catalano (sax, ciaramella, flauti), Pablo Cancialli (percussioni), Marzio Del Testa (batteria). Con la partecipazione di Luca Lanzi (chitarra e voce della Casa del Vento), Marco Betti (poesia improvvisata).

Mercoledì 4 luglio – ore 21.15
Museo delle Miniere – Via Giovanni XXIII, 3
Castelnuovo dei Sabbioni – Cavriglia (aR)
Info tel. 055.9120363 – www.materialisonori.it
Ingresso gratuito