Ciclone Madonna a Firenze, tra croci e majorette

Sabato 16 giugno allo Stadio Franchi. Biglietti ancora disponibili. Mega-palco, show iper-tecnologico, scaletta tra passato e presente, decine di cambi d’abito. Special guest Martin Solveig.

Bette Midler la annunciò al Live Aid, nel 1985, come la donna che si era tirata su con la forza delle spalline del suo reggiseno. Il successo globale di Madonna, però, va oltre all’appeal sexy di mrs Ciccone. E il nuovo tour, partito a fine maggio, da Tel Aviv, lo dimostra.

L’MDNA World Tour è una sorta di macchina teatrale perfetta che con coreografie spettacolari porta in scena quattro atti, separati da interludi, ovvero Transgression, Prophecy, Masculine/Feminine e Redemption. Nomi che non fanno altro che confermare l’abituale mix di sacro e profano, tipico di ogni performance di Madonna.

L’inizio del concerto ha un che di “sacrale” con tanto di campane, canto religioso e una sorta di Act of Contrition da non confondere con l’omonima canzone di Like a Prayer. Insomma candele, croci e atmosfere tra il mistico e il cupo a farla da padrone. Si trovano estratti di Material Girl in Girl Gone Wild, che comprende anche sample di Give It 2 Me.

Durante Express Yourself, Madonna si diverte a provare il possibile plagio di Lady Gaga: il suo pezzo sfuma nel “clone” Born This Way. Madonna si trasforma non solo con il cambio abito, ma anche musicalmente, nel corso dello show. In Open Your Heart la si vede trasformarsi poi in Sagarra Jo dei baschi Kalakan, che suonano con la popstar in una decina di pezzi in scaletta. Nel concerto inoltre si ascolta una struggente Like a Virgin solo voce e piano, quasi irriconoscibile all’inizio, in una versione quindi simile a quella della soundtrack del film W.E.

I costumi di Madonna, tutti firmatissimi, passano da un completo da majorette ad abiti total-black da dark lady, da un vestito da Giovanna d’Arco ai jeans; sul palco persino una pistola e fucili. L’universo di Madonna viene quindi ripercorso in lungo e in largo.
A Firenze l’allestimento del palco inizierà già dalla sera del concerto di Bruce Springsteen.

Ancora qualche migliaio di biglietti a disposizione (www.ticketone.it). I primi a essere andati via sono stati i 221 a 1500 euro che permettevano di assistere al concerto direttamente dal palco.

La scaletta del MDNA World Tour:
TRANSGRESSION
Opening
Girl gone wild
Revolver
Gang bang
Papa don’t preach
Hung up
I don’t give A
INTERLUDE
Best friend
PROPHECY
Express yourself
Give me all your luvin’
Turn up the radio
Open your heart / Sagarra Jo
Masterpiece
INTERLUDE
Justify my love
MASCULINE/FEMININE
Vogue
Candy shop/Erotica
Human nature
Like a virgin
INTERLUDE
Nobody knows me
REDEMPTION
I’m addicted
I’m a sinner / Cyber-raga
Like a prayer
Celebration

Sabato 16 giugno – ore 20
Stadio Artemio Franchi – Firenze
Biglietti: Tribuna coperta numerata: 155 euro
Tribuna Maratona numerata: 120 euro
Prato: 80/70 euro
Curva Fiesole non numerata: 45 euro
Info www.madonnaafirenze.it
www.bitconcerti.itwww.livenation.it