Dagli Swans al folk, Michael Gira alla Sala Vanni

Sabato 28 aprile, Sala Vanni, Firenze. Cantautorato a stelle strisce, sanguigno e viscerale, vita avventurosa e borderline. Il leader Swans insieme al chitarrista Kristof Hahn.

Michael Gira arriva a Firenze insieme a una notizia che sottolinea il radicamento degli Swans presso il pubblico: la tiratura limitata del loro nuovo disco, pubblicata in vinile e con copertine artistiche realizzate a mano, è andata esaurita in meno di ventiquattro ore, così l’etichetta discografica ha deciso di stampare il materiale anche su un doppio compact disc che uscirà il primo maggio.

Da trenta anni Michael Gira è uno dei personaggi più autorevoli della canzone Usa. Prima con i leggendari Swans, poi con il progetto Angels Of Light, ora con le prove soliste Gira si è dimostrato un artista completo, in grado di incarnare perfettamente la figura dell’antieroe statunitense che approda alla musica dopo una vita dura, conoscendo l’esperienze di strada e il carcere.

Nelle prove soliste trovano spazio nuove canzoni e rivisitazioni del repertorio degli Swans. Per il suo concerto a Firenze Michael Gira è atteso con un ospite speciale, Kristof Hahn, il chitarrista tedesco già collaboratore degli Swans, e l’atmosfera raccolta della Sala Vanni si rivelerà la cornice ideale per un contatto ravvicinato con Michael Gira e il suo mondo.

Per la sua vicenda in molti lo considerano una sorta di erede di Johnny Cash, e come il suo illustre ispiratore anche Gira ora suona una chitarra elettroacustica Guild, che evidenzia la scelta di un clima musicale preciso.

Era la fine degli anni settanta a New York, in pieno movimento No Wave, quando Gira, ispirato da artisti come Glen Branca e i Suicide, diede vita agli Swans, una band che si segnalava per i suoi tratti abrasivi, per performance sperimentali e teatrali e per una musica potente e innovativa, che recuperava anche sonorità industriali. Gli Swans hanno pubblicato dieci album tra il 1979 e il 1997, a cui ha fatto seguito la reunion con “My Father Will Guide Me a Rope to the Sky’” nel 2010 ed è previsto un nuovo disco ‘We Rose From The Bed With The Sun In Our Head.” nel corso del 2012.

Nel 1997 Gira, alternandosi nell’attività di musicista e scrittore, decise lavorare sul progetto Angels of Light, dove la potenza sonora degli Swans si trasformò in una vena acustica e riflessiva, coinvolgendo una lunga serie di ospiti, come. Devendra Banhart, Akron/Family, e fondando la sua etichetta discografica la Young God Records. Oltre a Swans e Angels Of Light Michael Gira ha realizzato lavori solisti, dalla prima prova del 1985, con la partecipazione alla compilation “A Diamond Hidden in the Mouth of a Corpse” (dove figuravano anche Husker Du, William S. Burroughs, Sonic Youth, Diamanda Galas, Cabaret Voltaire, e Coil), fino all’ultimo è “I am Not Insane”.

Concerto nell’ambito della rassegna Glorytellers organizzata da Musicus Concentus, Le Nozze di Figaro e Reality Bites.

Sabato 28 aprile– ore 21,15
Sala Vanni – piazza del Carmine, 14 – Firenze
Info http://www.musicusconcentus.com
http://www.lenozzedifigaro.it
http://www.realitybites.it
Biglietto posto unico: 15/12 euro
(ridotti http://www.musicusconcentus.com/liste)