Danilo Rea, parole e musica

Domenica 19 febbraio, Fabbrica della Conoscenza, Montevarchi. Un po’ concerto, un po’ amabile conversazione. Il pianista vicentino si svela, rispondendo alle domande del pubblico e del critico Neri Pollastri.

Tornano le “Conversazioni Musicali” di Valdarno Jazz e Music Pool. Ottima occasione per conoscere da vicino i protagonisti del jazz internazionale. In cattedra, pardon, sul palco il geniale pianista Danilo Rea, che si svelerà in un evento a metà tra il concerto e un’amabile conversazione. Rea, vicentino, classe 1957, si fa strada da subito nell’ambiente jazzistico suonando con alcuni tra i più grandi solisti statunitensi, come Chet Bakerm Lee Konitz, John Scofield, Joe Lovano.

Non solo jazz: sono numerose le sue performance nell’ambito del pop, come pianista di Mina, Claudio Baglioni, Pino Daniele, e come collaboratore, tra gli altri, di Domenico Modugno, Fiorella Mannoia, Riccardo Cocciante, Renato Zero, Gianni Morandi e Adriano Celentano. Un racconto con i suoni e le parole, che metterà in luce il suo percorso, dove l’intervento attivo del pubblico è caldamente gradito.

Conduce la serata il giornalista e critico musicale Neri Pollastri.

Domenica 19 febbraio – ore 21
Fabbrica della Conoscenza La Ginestra
Via della Ginestra 21 – Montevarchi (AR)
Biglietto: 10 euro (posti limitati)
Info tel. 055240397 http://www.eventimusicpool.it
http://www.networksonoro.com