Due giornate in ricordo di Ernesto De Pascale

Sabato 13 e domenica 14 febbraio. A cinque anni dalla scomparsa del critico e produttore. Live, ospiti e testimonianze sulle onde di Controradio. Fabrizio Berti Jug Band in concerto

Il Comune di Firenze gli avrebbe anche intitolato uno spazio, il glorioso Anfiteatro delle Cascine, ma di Ernesto De Pascale, nella toponomastica cittadina, non c’è ancora traccia.

A ricordare il giornalista, produttore e conduttore radiofonico ci pensa il “suo” Popolo del Blues, il programma, etichetta e agency fondata da De Pascale, e portata avanti oggi dai fidi collaboratori Fabrizio Berti, Michele Manzotti e Giulia Nuti.

Come ogni anno da quel brutto 2011, nel giorno della scomparsa – e tragica coincidenza del suo compleanno – va in scena l’Ernesto De Pascale Blues Revue.

Si comincia sabato 13 febbraio sulle frequenze di Controradio: dalle 15.30 alle 22.30 va in onda una maratona in diretta condita da testimonianze, rarità, ospiti e live in studio. Al timone, ovviamente, non potevano esserci che Fabrizio, Michele e Giulia.

Domenica 14 febbraio alle 10,30 nell’Aula Magna del Nuovo Ingresso di Careggi, nell’ambito della stagione concertistica “Careggi in Musica” di A.Gi.Mus. Firenze, l’Ernesto de Pascale Blues Revue si trasforma in versione live con il concerto della Fabrizio Berti Jug Band con ospiti.

Fiorentino, classe 1958, De Pascale ha dedicato la propria vita alla musica. E’ stato collaboratore di prestigiose testate musicali, produttore, leader di gruppi e solista, scopritore di talenti e mentore del Rock Contest. Tra le sue creature impossibile non ricordare Il Popolo del Blues, che da programma radiofonico si è evoluto negli anni in etichetta discografica, agenzia di produzione e promozione di rassegne musicali.

De Pascale ha collaborato a lungo anche con Toscana Musiche, in particolare alla realizzazione dei volumi “Anni di Musica”, in cui ha ripercorso i fermenti sonori sbocciati in Toscana dai 60 ai giorni nostri.

Info www.ilpopolodelblues.com