Elettronica e jazz: Rava, Guidi e Matthew Herbert

Giovedì 30 giugno, Teatro Romano, Fiesole. Sampling e improvvisazione. La tromba del jazz italiano e il giovane talento pianistico incontrano il dj/producer. Estate Fiesolana

Metti insieme due assi del jazz e un genietto dell’elettronica.

Interplay tutto da scoprire quello tra la leggenda della tromba jazz Enrico Rava, il giovane talento del pianoforte Giovanni Guidi e il dj/producer Mattew Herbert, pronto a campionare le trame sonore dei colleghi in un caleidoscopico gioco di sampling e improvvisazione.

Musica come esperienza totale, entità tanto estetica quanto etica. Ma soprattutto musica come territorio di sperimentazione, dove esplorare nuovi scenari, stravolgere canoni classici portandoli in un futuro giocoso e spiazzante.

Presentato lo scorso autunno al Nylon Festival, il progetto approda sul palco dell’Estate Fiesolana.

Enrico Rava è sicuramente il jazzista italiano più conosciuto ed apprezzato a livello internazionale. E’apparso sulla scena jazzistica a metà degli anni sessanta, imponendosi rapidamente come uno dei più convincenti solisti del jazz europeo. La sua poetica immediatamente riconoscibile, la sua sonorità lirica e struggente sempre sorretta da una stupefacente freschezza d’ispirazione, risaltano fortemente in tutte le sue avventure musicali. Ricco è il suo curriculum, estremamente affascinante il suo mondo musicale, infinito l’elenco dei musicisti con i quali ha collaborato.

Giovanni Guidi viene da quella fucina di talenti che è Siena Jazz. Lì è stato scoperto da Enrico Rava, che lo ha voluto nell’ensemble Rava Under 21, poi Rava New Generation. Giovanni Guidi è oggi al centro di numerosi progetti: piano solo, in duo con Gianluca Petrella, con Daniele Di Bonaventura, a capo del suo trio, con cui ha recentemente dato alle stampe l’abum “This is the day”, per la prestigiosa ECM Records.

Inglese con lunghi trascorsi a San Francisco, un sodalizio artistico e sentimentale con Dani Siciliano, Matthew Herbert rappresenta in punto di svolta tra l’elettronica pre e post nuovo millennio. Il suo metodo schiude un’arte eclettica e senza confini. Indimenticabile il concerto fiorentino di qualche anno addietro, al Teatro della Pergola, dove si presentò a capo di un’orchestra.

Giovedì 30 giugno – ore 21.15
Teatro Romano – via Portigiani, 1 – Fiesole
Info tel. 055 240397 – www.eventimusicpool.itwww.estatefiesolana.it
Biglietti: 20/22/24/26 euro