Festa irlandese con i Whisky Trail all’Obihall

Martedì 17 marzo, Obihall, Firenze. Notte di San Patrizio insieme alla storica formazione di Giulia Lorimer e Stefano Corsi. Dalle 19,30 birre doc, piatti tipici, mostra. Sul palco anche Dalriada.

Birre e drappi verdi, musica e danze tradizionali, piatti tipici e mercatino.

Il tricolore bianco-rosso-arancione torna a sventolare sul pennone dell’Obihall di Firenze per la ventesima edizione di Irlanda in Festa, tra le più longeve rassegne italiane dedicate alla cultura e ai sapori dell’Isola di Smeraldo.

Tutto in una notte, e la notte non può essere che quella del St. Patrick Day, Santo Patrono d’Irlanda: un evento che da secoli coinvolge e appassiona tutti gli irlandesi, ad ogni latitudine.

E anche all’Obihall sarà festa grande, insieme a Stefano Corsi, Giulia Lorimer e ai loro inossidabili Whisky Trail, che proprio a Irlanda in Festa danno il via alle celebrazioni per il quarantennale della band.

E poi, il coro LAltrocanto, i suoni incantati dei Dalriada e soprattutto ottima birra lager, stout e bitter, prelibatezze della cucina irlandese, mostre, mercatino e la bucolica scenografia allestita per l’occasione.

Insomma, un angolo d’Irlanda in riva all’Arno. Con il patrocinio del Comune di Firenze e dell’Ambasciata d’Irlanda.

LALTROCANTO – (ore  20,30) – Mentre si aprono gli stand gastronomici sul palco sale la “creatura” forgiata dall’arpista e chitarrista Stefano Corsi e dalla violinista Giulia Lorimer: un coro popolare composto da 40 voci che in due lustri ha raggiunto livelli eccelsi. Per il debutto sul palco dell’Obihall sarà affiancato dalla chitarra a 12 corde di Stefano Corsi, Edoardo Rosadini alla viola, Marco Londi alla bagpipe e Roberto Menchiari al bodhran.

WHISKY TRAIL (ore 22) – Non esiste Irlanda in Festa senza i Whisky Trail. Da qui partono gli eventi per festeggiare i (primi) 40 anni di attività della band nata sulle colline di Scandicci. Un concerto che è festa, ritmo frenetico e danza. Lo spettacolo si rifà in parte al repertorio dedicato ad un altro santo irlandese, quel San Frediano a cui qualche anno fa il gruppo dedicò un cd/dv live registrato proprio a Irlanda in Festa. La formazione è quella doc, oltre a Corsi e Lorimer, Vieri Bugli al violino, Massimo Giuntini alle uillean pipes e Luca Busatti alla chitarra. Gli appuntamenti di questo speciale anniversario culmineranno nella presentazione, in autunno, del nuovo album: il disco dei 40 anni!

DALRIADA (ore 24) – Il St. Patrick Day si conclude con le song e le danze dei Dalriada, formazione toscana che venti anni attinge a piene mani dalla tradizione irlandese, con incursioni anche nei repertori scozzese e inglese.

Martedì 17 marzo – dalle ore 19,30
Obihall – Lungarno A Moro – Firenze
Info tel 055.6504112 – www.obihall.it
Biglietto: 10 euro; prevendite www.boxol.it (tel 055 210804)