Giovanni Guidi l’americano, grande jazz a Pisa

Sabato 19 maggio al Teatro S. Andrea. Il giovane pianista umbro a capo di un quintetto a stelle e strisce. La scuola di New York incontra il lirismo italiano.

Se lo stato di salute di un movimento artistico si misura anche dalle capacità delle nuove generazioni, si può star certi che il jazz italiano viva un momento di grazia unico. Giovanni Guidi è uno degli esempi più convincenti di questo periodo. Quando poi nel suo gruppo vengono cooptati un americano trapiantato in Italia come Dan Kinzelman (sax tenore e arrangiatore di Enrico Rava P.M. Jazz Lab, tra le tante cose) e tre dei più convincenti interpreti della nuova scena jazzistica d’oltreoceano – Shane Endsley alla tromba), Thomas Morgan al contrabbasso e Gerald Cleaver alla batteria – i risultati sono veramente sorprendenti.

Il quintetto si muove con estrema libertà in ambiti in cui viene privilegiato l’aspetto ritmico, che richiama le attuali produzioni di area newyorkese, senza perdere di vista però l’attenzione per la melodia, il lirismo e la cantabilità che sono i tratti salienti della personalità di Giovanni Guidi.

Oggi Giovanni Guidi non è più una rivelazione: in pochi anni e a passi da gigante ha trovato una propria strada – fatta di una progettualità unica e di una lucida consapevolezza nelle scelte artistiche – che lo sta portando ad affermarsi, oltre che come pianista, come organizzatore di suoni di prima scelta. E non è certo un caso che musicisti illuminati come Enrico Rava e Gianluca Petrella l’abbiano voluto al loro fianco e a lui difficilmente rinuncino.

Concerto organizzato da Music Pool ed ExWide nell’ambito del cartellone “Network Sonoro 2012 – nuova musica in Toscana”.

Sabato 19 maggio – ore 21,15
Teatro S. Andrea – via del Cuore – Pisa
Info tel. 055 240397 – www.eventimusicpool.itwww.exwide.com
Prevendite www.boxol.it e www.ticketone.it
Biglietto posto unico: 10 euro