Halloween Rock con tutta l’energia di Giacomo Voli

Gran prova del finalista di The Voice al JailHouse di Firenze. Tante cover dall’epopea rock, sulle note di AC/DC, Led Zeppelin, Deep Purple, Whitesnake. La recensione di Annamaria Pecoraro.

Un Halloween Rock da paura, e di elevato livello al JailHouse di Firenze. La voce di Giacomo Voli, finalista al talent “The Voice – 2014”, ha sbalordito e la band non è stata da meno. Cinque elementi che all’unisono hanno fatto rimbombare brani d’annata ma sempre presenti, dai Deep Purple di “Child in Time” agli Skunk Anansie di “Charlie big potato”. E pure qualche brano in tema come “Because of you” dei Goblin, indimenticata colonna sonora di “Profondo rosso”.

Tanta sana emozione ripercorrendo i grandi classici immortali, risuonati e cantati con personalità e visione “Voli”, tale da permette di sognare. Tra maschere e effetti, è facile lasciarsi andare al ritmo con AC/DC, Led Zeppelin, Deep Purple, Whitesnake, o “Too much love will kill you” dei Queen.

Ottime le interpretazioni di “Celebration” e “Impressioni settembre” della PFM. E c’è anche spazio per un teatrale e magistrale “Nessun dorma”. Tributi che fanno venire brividi e riportano alla luce pezzi di musica classica, lirica, gospel, rock n roll, rock-hard rock, metal, progressive, AOR, Dark, Elettronico, Disco.

Energie e adrenalina in abbondanza sul palco fiorentino. “Vivere il mio tempo”, cantavano i Litfiba e abilmente unita a fusa con “Another brick in the wall” dei Pink Floyd, è lo scacco matto per carpire quanto questi ragazzi hanno da molto da dire e fare.

Sarà stato effetto di qualche incantesimo o il “Rimedio” che può donare a questo mondo musicale una nuova marcia in più? Sicuramente sono destinati a fare grandi cose e un anticipo che vede proprio la voce di Giacomo Voli protagonista (attorniato da ospiti calibro) è nel brano “Wasting memories” primo anticipo di Raven black Project del fido amico e chitarrista Riccardo Bacchi e che tanti ospiti importanti.

Un presupposto che denota quanto la musica rock, ancora nel 2014 e in Italia, produce e crede che i talenti veri, possono davvero osare di più!

Giacomo Voli (voce e chitarra), Riccardo Bacchi (chitarra e cori), Mattia Rubizzi (tastiere e cori), Demis Castellari (batteria), Federico Festa (basso e cori). Beh! Segnatevi questi nomi.

Annamaria Pecoraro