Il caciocavallo di bronzo, Voltarelli al De Martino

Giovedì 22 e venerdì 23 maggio, Villa San Lorenzo al Prato, Sesto Fiorentino. Un romanzo suonato, sullo sfondo di una Calabria lontana dagli stereotipi. E lotte operaie con musiche live.

 

Prosegue il viaggio musicale dell’Istituto Ernesto de Martino alla ricerca di un “nuovo canzoniere italiano” nell’ambito della rassegna In/Canto. Ci prova un cantautore che con impegno sociale, ironia e surrealismo ci racconta il Sud e la Calabria: Peppe Voltarelli.

Il suo romanzo suonato e cantato “Il caciocavallo di bronzo” (Stampa Alternativa, 2014) sarà giovedì nel cortile di Villa San Lorenzo: “19 micro-racconti autobiografici – spiega l’autore – una mappa irregolare della mia terra, fuori dai prototipi, un’immagine lontana dalle cartoline, un tentativo di monumentalizzare le mie origini calabresi. Il tutto rigorosamente senza punteggiatura”.

Si prosegue venerdì sera con un evento che sposta indietro di trent’anni le lancette delle storia: la proiezione del materiale di ricerca dell’Istituto Ernesto de Martino ai cancelli della FIAT nel settembre 1980, con musica improvvisata dal vivo. Un documento epocale rivissuto grazie alle sperimentazioni (Impressions) dei Cointreau.

Giovedì 22 e venerdì 23 maggio – ore 21
Istituto Ernesto de Martino c/o Villa San Lorenzo al Prato
Via Scardassieri, 47 – Sesto Fiorentino (Fi)
Info tel. 0554211901 – www.iedm.it