Il jazz di Joel Holmes sul palco di Argini e Margini

Venerdì 5 luglio, Scalo dei Renaioli, Pisa. Dall’hard bop al funk, dal soul all’hip hop. Il ritorno del pianista americano. Con Stefano Senni al contrabbasso e Pietro Valente alla batteria. 

Appuntamento con il grande jazz di Joel Holmes, giovane talento della nuova onda afro americana. Il pianista americano torna a Pisa a capo del rodato Trio che allinea Stefano Senni al contrabbasso e  Pietro Valente alla batteria.

Stile fluente e approccio eclettico, il nuovo astro del jazz descrive il proprio stile come un connubio tra influenze diverse, libertà spirituale e interpretazione personale. Suona un repertorio di oltre 300 pezzi ed ha una versatilità che gli permette di padroneggiare jazz tradizionale, contemporaneo, gospel, R&B, soul, hip hop, funk e pop. Con l’album “African Skies” ha ricevuto due nominations ai Grammy Awards.

Joel Holmes ha studiato prima alla School for the Performing Arts di Baltimora e poi si è laureato in Jazz Performance alla John Hopkins University. Ha vinto svariati premi come pianista e compositore. Dal 2009 è membro del quintetto di Roy Hargrove con il quale ha partecipato ad importanti festival sui palchi di mezzo mondo.

Joel ha all’attivo due dischi a suo nome, “Ethernal Vision” in trio e “African Skies” in quartetto con ospite il sassofonista Gary Thomas.

Venerdì 5 luglio – ore 21,30
Argini e Margini – Scalo dei Renaioli
Lungarno G. Galilei – Pisa
Info www.arginiemargini.com
Ingresso gratuito