Il Recital irrequieto di Alessandro Benvenuti

Giovedì 7 febbraio al Teatro di Cestello, Firenze. Da Ciampi a De André, l’attore alle prese con antiche passioni e brani originali. Anteprima mercoledì 6 (ore 18) alle Murate.

Un Benvenuti informale e vicino al pubblico come raramente è possibile vedere e che continua la sua personale “canzone teatrale”, con brani che restituiscono dell’attore e regista toscano il suo volto meno conosciuto. Si tratta di una rosa di momenti comici tratti da alcuni dei suoi spettacoli alternati a canzoni di Fabrizio De Andrè, Francesco Guccini, Piero Ciampi, Rino Gaetano e dello stesso Benvenuti.

Il percorso di Alessandro Benvenuti musicista parte da lontano. La musica fu infatti la prima sua passione, e anche la prima occasione di esibizione davanti al pubblico. Tanti anni dedicati al teatro non hanno sopito questo “primo amore” riemerso in occasione del fortunato incontro, qualche anno, fa con la Banda Improvvisa. Insieme a loro Alessandro Benvenuti ha avuto l’occasione di riproporsi in qualità di cantante, prima con un progetto di cover (Benvenuti all’Improvvisa), poi con l’allestimento del concept “Storia di un Impiegato” di Fabrizio De Andrè.

Parallelamente nasce il desiderio di tirare fuori dal cassetto testi e brani scritti e mai utilizzati. Questi brani, tutti originali, vengono arrangiati, risuonati, ed uniti a prose inedite, monologhi originali caratterizzati dallo stile di scrittura di Benvenuti: tagliente, divertente, viscerale. Nasce un progetto in itinere con il titolo di “Recital Irrequieto”, dove si sperimenta. Di volta in volta il repertorio di cover lascia il posto ai brani originali e alla prosa.

Mercoledì 6 febbraio alle ore 18 – ingresso libero – presso il Suc delle Murate anteprima dello spettacolo con Alessandro Benvenuti e la giornalista Valentina Grazzini.

Giovedì 7 febbraio – ore 21
Teatro di Cestello – Piazza di Cestello, 4 – Firenze
Info www.teatrocestello.it – prenotazioni@teatrocestello.it
Biglietto: 14 euro