Jacopo Martini Trio, jazz manouche in riva all’Arno

Venerdì 24 agosto allo spazio Argini e Margini di Pisa. Gipsy-jazz e atmosfere mediterranee, sotto la stella di Django Reinhardt. Ingresso gratuito. Jazz Wide Summer 2012.

Quando si parla di jazz-manouche, s’intende l’unione delle melodie tradizionali dei nomadi centroeuropei (i Manouche, appunto) con lo swing americano e la mousette francese. Suoni di una Francia che, nei primi del novecento, dette ospitalità al più importante progetto gipsy-jazz di tutti i tempi: l’Hot Club De France, quintetto capitanato dal più grande interprete del genere, il chitarrista Django Reinhardt. Gli arrangiamenti particolari, gli assoli di Django e di Grappelli,violinista del quintetto, lo resero famoso in tutto il mondo.

Ed è proprio da qui che nasce il progetto del chitarrista fiorentino Jacopo Martini, cioè quello di ricalcare le orme del quintetto francese cercando di far rivivere agli appassionati quel sound ormai perso tra la polvere dei vinili, mescolandolo però ad una nuova concezione di scrittura e ad un approccio incline all’improvvisazione.

A capo del suo Trio – Tommaso Papini alla chitarra e Raffaello Pareti al contrabbasso – Martini  si addentra tra le mille sfumature del Jazz-Manouche, integrandolo con schegge di jazz contemporaneo e un profumo mediterraneo espressivo e cantabile. Davvero sorprendenti le riletture di Nuages o di Sweet Georgia Brown, tradotti in un universo musicale fresco e raffinato.

Jacopo Martini ha collaborato con i maggiori esponenti del jazz italiano e non solo. Tra gli altri, Erico Rava, Stefano ‘Cocco’ Cantini, Franco Cerri, Fabrizio Bosso, Claudio Fasoli, Lee Konitz, Tiziana Ghiglioni, Antonello Salis, Stefano Bollani…

Venerdì 24 agosto – ore 21,30
c/o Argini e Margini – Scalo dei Renaioli
Lungarno Galileo Galilei – Pisa
Info tel. 347 9574512 – www.jazzwide.it
www.arginiemargini.com,
(prenotazioni ristorante 329 8881972)
Ingresso gratuito