Jazz-manouche all’ExWide, ospite Jacopo Martini

Mercoledì 15 gennaio, ExWide, Pisa. Sulle orme di Django Reinhardt. Il chitarrista fiorentino a fianco della House Band: Piergiorgio Pirro al piano, Matteo Anelli al contrabbasso, Andrea Melani alla batteria.

Quando si parla di jazz-manouche, s’intende l’unione delle melodie tradizionali dei nomadi centroeuropei (i Manouche, appunto) con lo swing americano e la mousette francese.

Suoni di una Francia che, nei primi del novecento, dette ospitalità al più importante progetto gipsy-jazz di tutti i tempi: l’Hot Club De France, quintetto capitanato dal più grande interprete del genere, il chitarrista Django Reinhardt. Gli arrangiamenti particolari, gli assoli di Django e di Grappelli, violinista del quintetto, lo resero famoso in tutto il mondo.

E nel segno di Reinhardt è la JazzWide Session in programma questa settimana all’ExWide di Pisa. Ospite della serata Jacopo Martini, chitarrista fiorentino che da anni rinverdisce quel sound perso tra la polvere dei vinili, mescolandolo però ad una nuova concezione di scrittura e ad un approccio incline all’improvvisazione. Completano la line-up Piergiorgio Pirro al piano, Matteo Anelli al contrabbasso e Andrea Melani alla batteria.

Jacopo Martini ha collaborato con i maggiori esponenti del jazz italiano e non solo. Tra gli altri, Erico Rava, Stefano Cantini, Franco Cerri, Fabrizio Bosso, Claudio Fasoli, Lee Konitz, Tiziana Ghiglioni, Antonello Salis, Stefano Bollani…

E se sei un musicista, porta il tuo strumento e unisciti a noi… Jazz is a mission, not a competition!

Mercoledì 15 gennaio – ore 21,30
ExWide – via Franceschi, 13 – Pisa
Info tel. 050 28370 – www.exwide.com
Ingresso gratuito