La Fondazione Siena Jazz entra nell’AEC

L’unica istituzione italiana non statale presente nell’Associazione Europea dei Conservatori che riunisce 280 organismi impegnati nell’alta formazione musicale. “Ora spazio a progetti di interscambio e cooperazione”.

La Fondazione Siena Jazz si fa sempre più internazionale. L’istituzione guidata da Franco Caroni è stata ammessa all’Associazione Europea dei Conservatori (AEC), prestigioso network che riunisce 280 organizzazioni impegnate nell’alta formazione musicale.

Si tratta di un riconoscimento di grande valore, poiché il Siena Jazz è l’unica istituzione italiana non statale presente nell’AEC, di cui fanno invece parte per loro stessa natura giuridica tutti i Conservatori nazionali.

“L’essere stati accettati dall’AEC in virtù della qualità della nostra offerta didattica e del respiro internazionale dei nostri progetti – commenta il presidente Caroni – è un tangibile segno che la Fondazione Siena Jazz è ormai considerata uno dei poli di eccellenza dell’alta formazione musicale ben al di fuori dei confini nazionali”. “Aggiungiamo l’essere membri attivi dell’AEC, ai cui meeting annuali partecipavamo già da qualche anno come ospiti, agli altri riconoscimenti internazionali raggiunti in questi ultimi anni – prosegue Caroni – Questo è ciò che intendiamo quando parliamo di una struttura di eccellenza che vede riconosciuta la validità delle proprie attività: collaborazioni internazionali continue, istituzione di reti di interscambi fra studenti e docenti con le istituzioni musicali dell’alta formazione europea e mondiale, presenza nei convegni nazionali e internazionali, mobilità di studenti esteri verso le attività didattiche di Siena Jazz, attività di avviamento alla professione, borse di studio per i più meritevoli, progetti di ricerca e assistenza per consulenze, elaborazioni di tesi di laurea e pubblicazioni e altro ancora”.

Entrare come membro attivo nel network dell’Associazione Europea dei Conservatori consentirà alla Fondazione Siena Jazz di sviluppare ulteriormente progetti di cooperazione internazionale fra gli organismi europei che si occupano di alta formazione, in un’ottica di condivisione e arricchimento dei percorsi formativi e delle metodologie didattiche finalizzata alla nascita di progetti di mobilità da affiancare a quelli Erasmus.

Intanto la Fondazione Siena Jazz continua a lavorare sui prossimi appuntamenti internazionali, che la vedranno impegnata in sessioni didattiche di interscambio di docenti e studenti con il Conservatorio di Maastricht e protagonista al Conservatorio di Parigi nell’ambito di “Suona Italiano”, progetto di promozione e diffusione della musica italiana in Francia. Il primo appuntamento di Siena Jazz come membro dell’Associazione Europea dei Conservatori sarà invece in Italia, in occasione dell’Assemblea generale annuale AEC che si terrà dal 7 al 9 novembre a Palermo.

Info www.sienajazz.it