La versione di Daniele Locchi: esce “80.doc”

80 docUn libro sul falso mito degli anni 80, sugli intrecci politica/spettacolo, su una rivoluzione mai compiuta… Vuota il sacco uno degli operatori storici della Firenze by night.

80puntodoc come una storia a denominazione di origine controllata, garantita dal racconto senza veli di uno dei suoi protagonisti. Puntodoc come documento, unico nel suo genere, perché vero e scritto senza la pretesa di voler alimentare miti, ma per comunicare il senso di quello che è stato, e di quello che ancora potrebbe essere.

Daniele Locchi, oggi ideatore e gestore di un noto locale, il Negroni, inizia a “vuotare il sacco”; all’epoca dei fatti è uno studente ribelle che viene travolto dallo scioglimento di Lotta Continua e si ritrova miracolosamente aggrappato al relitto della protesta, dove viene ospitato da altri naufraghi del sulla zattera di Controradio. Raccontando la sua vita, porta alla luce il senso di quegli anni 80, troppe volte mitizzati, quasi mai rivelati.

Dallo scioglimento dell’organizzazione più disorganizzata della sinistra extraparlamentare alla lotta dei lunghi coltelli tra PCI e PSI a colpi di megaconcerti. Nel mezzo, i concerti di Baglioni, quello negato dei Rolling Stones e la nascita di una delle discoteche più conosciute in quel momento in Italia: il Tenax.

Scrittura fresca, nuova, diretta, “80.Doc” è un libro che si legge in un fiato, con la voglia di scoprire il dietro le quinte di ciò che sembrava un mondo dorato. Un libro adatto a chi ha vissuto quegli anni, a chi non c’era ma vuole capire perché erano ritenuti “mitici”, per chi ama indagare tra le pieghe della storia: anche quella recente.

Presentazione venerdì 17 febbraio (ore 18) presso il Caffè Letterario Le Murate di Firenze e in diretta sulle frequenze di Controradio.

80.doc – Più a sinistra dei Rolling Stones
Info Romano Editore – http://www.romanoeditore.it