Mescarìa al debutto, tra Mediterraneo e Balcani

Giovedì 28 aprile, Lumiere, Pisa. Tre musicisti della Baro Drom Orkestar incontrano la voce di Arianna Romanella. Viaggio in musica. Attraverso l’anima del Sud. Ingresso gratuito

Nasce da una costola della Baro Drom Orkestar questo progetto fresco di debutto discografico per l’etichetta Materiali Sonori.

Tre elementi dall’ormai rodatissima formazione toscana, il fisarmonicista Modestino Musico, il violinista Vieri Bugli, il percussionista Gabriele Pozzolini, incontrano una straordinaria voce del sud, Arianna Romanella.

Il risultato è un album, eponimo, che attraversa l’anima del Sud, passando dalla Campania alla Puglia , e facendo sosta in Basilicata con due brani che “ parlano di donne, di matrimoni combinati e di amori non corrisposti”.

Mescarìa è la fusione tra il termine “mmesca”, che significa “mescolare”, e la parola “aria” che in campo musicale identifica uno stile vocale caratterizzato dall’andamento di un canto presente nella tradizione di tutto il sud Italia e definito come “canto ad aria”.

Formazione: Arianna Romanella voce e chitarra; Modestino Musico fisarmonica; Gabriele Pozzolini percussioni; Vieri Bugli violino.

Ingresso gratuito fino alle ore 24. A seguire 3/2 euro.

Giovedì 28 aprile – dalle ore 20
Lumiere – vicolo dei Tidi, 6 – Pisa
Info tel. 389 622 5612 - www.lumierepisa.com
Ingresso libero