Metastasio Jazz, Mazurek e Hawkins per cominciare

Lunedì 28 gennaio al Teatro Metastasio di Prato. Si apre nel segno del new jazz l’edizione 2013. Fino all’11 febbraio con Roscoe Mitchell, Darius Jones, Mauro Ottolini…

In tempi difficili bisogna puntare al futuro. Ed è in questa direzione che Metastasio Jazz guarda, proponendo un programma ricco di anteprime e novità assolute. Giunta alla 18° edizione, la rassegna pratese inaugura lunedì 28 gennaio con un doppio appuntamento che vede ospiti il Chicago Underground Duo di Rob Mazurek ed il pianista Alexander Hawkins, rivelazione del nuovo panorama britannico.

Metastasio Jazz continua fino a lunedì 11 febbraio. In arrivo, tra gli altri, Roscoe Mitchell, Darius Jones, The Grey Nuances Duo, Mauro Ottolini, Orfeo-Collettivo Elettroacustico, Mario Guida e Barbara De Dominicis. Oltre ai concerti sono in programma anche incontri e conferenze: si parte proprio con Alexander Hawkins, domenica 27 gennaio (ore 11) alla Scuola di Musica Verdi.

CHICAGO UNDERGROUND DUO – Che gli steccati tra i generi siano ormai sempre più fragili non solo è una buona notizia, ma è anche il terreno fertile da cui sorgono esperienze come quelle del Chicago Underground Duo. Rob Mazurek è maturato – tardivamente – sulla scena del jazz di Chicago degli anni Novanta. Sotto il nome-ombrello Chicago Underground ha sviluppato seminari con giovani musicisti di varia estrazione, compreso il chitarrista Jeff Parker dei Tortoise. Da lì a creare gruppi modulari il passo è breve: che si tratti di duo, trio, orchestra, la musica di Mazurek viaggia su groove rockeggianti, elettronica ambient, un gusto per la melodia semplice alla Don Cherry e energia danzante, soprattutto quando c’è di mezzo il formidabile batterista Chad Taylor.
Formazione: Rob Mazurek (cornetta, elettronica, voce); Chad Taylor (batteria, percussioni, elettronica).

ALEXANDER HAWKINS ENSEMBLE – Tra i tanti nuovi talenti della scena europea, quello del pianista Alexander Hawkins (1981) è uno dei più limpidi e versatili. Dotato di una tecnica d’agilità, dal tocco nitido e dall’inventiva esuberante, Hawkins è figlio di una molteplicità di esperienze sulla scena inglese. Una varietà di ispirazioni attinge anche a certe atmosfere ironiche del Braxton degli anni Settanta, quando sonorità stravaganti si smembrano e ricompongono attraverso una fitta, giocosa e complessa improvvisazione collettiva. Una gioia per le orecchie, che il pubblico italiano scopre a Prato per la prima volta. L’album “All There, Ever Out” è stato eletto da The Guardian “Miglior cd jazz 2012”.

Formazione: Alexander Hawkins (pianoforte), Dylan Bates (violino), Shabaka Hutchings (clarinetti), Otto Fischer (chitarra), Neil Charles (contrabbasso), Tom Skinner (batteria)

Il concerto è organizzato in collaborazione con Musicus Concentus e Network Sonoro, con il sostegno di Arts Council England e British Council.

Programma Metastasio Jazz 2013

Domenica 27 gennaio – Scuola di Musica Verdi – ore 11
INCONTRO CON ALEXANDER HAWKINS

Lunedì 28 gennaio – Teatro Metastasio – ore 21
CHICAGO UNDERGROUND DUO / ALEXANDER HAWKINS ENSEMBLE

Domenica 3 febbraio – Teatro Metastasio – Sala Montalvo Casini – ore 11
IL SAX IN SOLITARIA
Conferenza con Stefano Zenni

Lunedì 4 febbraio – Fabbricone – ore 21
ROSCOE MITCHELL SOLO / DARIUS JONES ‘BIG GURL’ TRIO

Sabato 9 febbraio – Fabbrichino – ore 21
ELECTRONIGHT – Rassegna di giovani musiche improvvisate
THE GREY NUANCES DUO
MARIO GUIDA / BARBARA DE DOMINICIS /
ORFEO-COLLETTIVO ELETTROACUSTICO:
in collaborazione con Network Sonoro 2013 nell’ambito di Giovani Sì Live!

Lunedì 11 febbraio – Teatro Metastasio – ore 21
MAURO OTTOLINI SOUSAPHONIX

Lunedì 28 gennaio – ore 21
Teatro Metastasio – via Cairoli, 59 – Prato
Info tel 0574 608501 055 287347
www.metastasio.netwww.musicusconcentis.com
Biglietti: 20/16/12 euro (riduzioni soci Coop e over 65/under 25)