Nuovo album, Rondelli è “A famous local singer”

Lavoro ritmico e poetico nato dall’incontro tra il cantautore livornese e la brass band l’Orchestrino. In studio anche  il polistrumentista Mauro Refosco (Atoms for Peace) e il produttore Pat Dillett. Ven 7 giugno a Cascina.

La genesi è stata più lunga del previsto, ma a conti fatti, valeva la pena. Bobo Rondelli non è solo “L’uomo che aveva picchiato la testa” (il docu-film che Paolo Virzi gli ha dedicato). Adesso è anche “A famous local singer”, titolo del nuovo album che consolida la collaborazione con la brass band l’Orchestrino di Dimitri Grechi Espinoza.

Storie poetiche e grottesche, come nello stile dell’attore e cantautore livornese, imbrigliate in trame sonore che devono parecchio a Patrick Dillett, produttore che trasforma in oro le canzoni che tocca (David Byrne, They Might Be Giants, Mariah Carey, Queen Latifah, Brian Eno, Angelique Kidjo…). E che in studio ha cercato di catturare l’energia contagiosa di Bobo Rondelli con l’intento di trasmetterne la fisicità e la personalità unica. Per il mixaggio Dillett si è portato il lavoro a casa, il suo mitico studio di New York City.

Se non bastasse, alla registrazione ha partecipato anche il polistrumentista Mauro Refosco, già a fianco Red Hot Chili Peppers e Atoms for Peace. Quindi? “A Famous Local Singer” è più ritmico e meno intimista dei precedenti “Per l’amor del cielo” e “L’ora dell’ormai” e, come in “Disperati Intellettuali e Ubriaconi” prodotto da Stefano Bollani, è l’orchestrazione il filo conduttore tra nuovi brani, cavalli di battaglia e cover di canzoni del passato per far danzare corpi e anime.

Un progetto brass&roll in cui Rondelli incrocia il blues, lo swing, il jazz, i ritmi afro-cubani, la canzone popolare italiana dal sapore retrò, i suoni di una marching band.

Bobo Rondelli, che si autodefinisce “viaggiatore di sogni”, è narratore viscerale di “storie livornesi”, vicende locali e globali cantate con graffio d’autore e con l’ironia disperata che lo contraddistingue, ma è anche il Cantante dell’Amore e “macchina di suoni vocali”, straordinario imitatore di voci e coinvolgente performer che sa far ridere e commuovere allo stesso tempo.

L’Orchestrino, brass band di elementi molto attivi sulla scena jazzistica nazionale e internazionale, si muove con facilità dal jazz all’improvvisazione libera alla canzone nazional-popolare padroneggiando con rigore storico dai blues ellingtoniani ai ritmi afro cubani ed è formato da Dimitri Grechi Espinoza (sax tenore, sax alto, arrangiamenti), Filippo Ceccarini (tromba), Beppe Scardino (sax baritono), Tony Cattano (trombone), Daniele Paoletti (rullante), Simone Padovani (cassa), e con la partecipazione di Fabio Marchiori (melodica).

L’album contiene 13 tracce di cui otto sono nuove canzoni: “Prendimi l’anima” è una serenata swing, “Cuba lacrime”, il primo singolo ufficiale nonché una tragicomica stori.

“Settimo round”, storia di “sfiga autobiografica”, è un blues con Bobo al banjo, “Bobagi’s Blues” è un ipnotico blues caratterizzato dal suono circolare di Mauro Refosco, una preghiera uscita dai sogni di un 50enne, “Il Paradiso” è una ballata arabeggiante con una visione personale del paradiso terrestre di Bobo e si chiude con “La gran fregatura dell’amor”, brano dal sapore retrò.

Ci sono poi alcuni cavalli di battaglia dei live, dimensione che Rondelli predilige e in cui è mattatore, riarrangiati: le strepitose versioni di “La marmellata”, di “Il cielo è di tutti” e di “Bambina mia”, un bellissimo reggaetone con le percussioni di Mauro Refosco che inizia con un parlato di Bobo, e due cover di noti pezzi del passato , “Un Bimbo sul leone” e l’arabic version di “24 milabaci”.

Il titolo dell’album, A Famous Local Singer, viene dalla traduzione di un cartello esposto in un giardino pubblico di Livorno, il Parterre, dove anni fa erano ospitati degli animali: il cartello cita Bobo Rondelli per Gigi Balla, canzone dedicata all’orso della sua infanzia ospitato in una vasca.

Registrato a fine marzo a Lari al Sam Recording Studio di Mirco Mencacci, A Famous Local Singer sancisce l’entrata di Bobo Rondelli e l’Orchestrino nelle file dell’agenzia milanese Ponderosa Music&Art.

Bobo Rondelli sarà in concerto il 7 giugno a Cascina, Pisa.

Info www.boborondelli.com