Quando Monni recitava Campana, omaggio al Fedic

Domenica 29 settembre, Stazione Ceramica, San Giovanni Valdarno. Ricordo dell’attore scomparso e del suo stretto legame con il Valdarno. Immagini da “Nottecampana – ipotesi per un film”.

Il festival Valdarno Cinema Fedic rende omaggio alla figura che più di ogni altra ha saputo incarnare e mettere in scena lo spirito profondo, sincero e goliardico della “toscanità”: Carlo Monni.

L’istrionico artista, scomparso lo scorso 19 maggio, si era fatto conoscere al grande pubblico con il film “Berlinguer ti voglio bene” di Giuseppe Bertolucci; nel corso della sua carriera ha poi avuto modo di collaborare con registri del calibro di Mario Monicelli, Pupi Avati, Francesco Nuti, Paolo Virzì. Celebre nel 1984 il ruolo di “Vitellozzo”, interpretato nel film “Non ci resta che piangere”, al fianco di Roberto Benigni e Massimo Troisi.

Tra le pellicole scelte per ricordarlo, “Nottecampana – ipotesi per un film”, tre frammenti a cura di Arlo Bigazzi con Carlo Monni, Arlo Bigazzi, Orio Odori, Giampiero Bigazzi: un progetto nato dall’omonimo spettacolo che Monni, fine conoscitore dei “Canti Orfici” di Campana, e i musicisti della scuderia Materiali Sonori, hanno portato con successo sui palchi della toscana.

In programma inoltre “Carlo Monni, settembre 2002” di Daniele Corsi e “Il gol di Remo” di Niki Giustini, mentre Stefano Beccastrini, presidente del Comitato di Valdarno Cinema Fedic leggerà una poesia dedicata all’attore toscano.

Monni aveva coltivato negli anni, soprattutto negli ultimi dieci, uno speciale legame con le terre del Valdarno e con alcuni dei suoi più alti rappresentanti: ultima in ordine di tempo, la stretta collaborazione con il patron dell’etichetta Materiali Sonori, Giampiero Bigazzi: “Era un amico, un maestro, una persona piena di vita e di voglia di goderne. Era un parente, non un artista con cui si collabora“.

Domenica 29 settembre dalle ore 17
Stazione Ceramica – via Mannozzi
San Giovanni Valdarno – Arezzo
Info http://cinemafedic.it – ingresso libero