Robyn Hitchcock all’Alfieri arrivano gli Storytellers

Sabato 23 novembre, Firenze. Nuova rassegna di incontri e live. Dedicato a Dylan il primo appuntamento. Sul palco il cantautore inglese, Massimo Bubola e Massimiliano Larocca.

“No, il dibattito no!” gridava Nanni Moretti nel meraviglioso “Io sono un autarchico”. Ma per restare in campo cinematografico si potrebbe aggiungere che “basta un poco di musica e il dibattito va giù”.

Parole e concerti. E’ quanto promette la rassegna “Storytellers” partorita da tre agit-prop della cultura fiorentina, il cantautore Max Larocca, il giornalista Edoardo Semmola e il direttore dell’Estate Fiorentina Ricardo Ventrella.

Si parte con un monumento chiamato Bob Dylan, ancora una volta vicino al Nobel per la Letteratura. Di qui la domanda che i nostri pongono: quanto dovremo aspettare perché al rock, ovvero la cultura popolare più importante dell’ultimo mezzo secolo, venga dato un riconoscimento ufficiale dalla Cultura Alta? E siamo certi di volerlo?

A trovar risposte ci provano due leggende della canzone d’autore rock, Robyn Hitchcock, che dall’Inghilterra “acida” dei Soft Boys fino ai giorni nostri ha tracciato un percorso artistico unico e innovativo (memorabile la sua session ai Talking Bob Dylan Blues) e Massimo Bubola, tra i “padri” del rock d’autore italiano con una lunga carriera alle spalle che ci ha consegnato oltre 20 album e capolavori come “Sand Creek”, “Andrea”, “Il cielo d’Irlanda” e molti altri. A coadiuvarli una voce rock di casa nostra, Massimiliano Larocca.

E il dibattito – che precede il live – va giù anche perché a condurlo ci sono lo stesso Semmola, Gianni Mammoliti della Rai e Gianfranco Callieri di Buscadero. Poche ciance e molta sostanza.

Sabato 23 novembre – ore 21,30
Spazio Alfieri – via dell’Ulivo, 6 – Firenze
Info tel. 055 53 20 840 – www.spazioalfieri.it
Biglietti: 12/10 euro: prevendite www.boxol.it