Siena Jazz, seminari estivi e un pieno di concerti

Fino a martedì 7 agosto tornano le serate all’Enoteca e le jam session in Contrada. Da domenica 5 gran finale all’Enoteca Italiana per i saggi dei gruppi di musica d’insieme. Ingresso libero. 

Con uno spettacolo itinerante di tre delle migliori marching band d’Italia e il concerto del Roberto Gatto  N.Y. Quartet si è aperto l’evento dell’estate musicale senese all’insegna del grande jazz: la 42esima edizione dei Seminari Estivi, organizzati dalla Fondazione Siena Jazz con il sostegno della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e Banca Monte dei Paschi di Siena, main sponsor. Il ricco calendario di eventi in programma dal 24 luglio al 7 agosto che prevede concerti gratuiti e jam session con i più grandi musicisti del panorama jazz internazionale.

La rassegna continua mercoledì 25 luglio all’Enoteca Italiana: sul palco il quintetto guidato da Omer Avital, contrabbassista, compositore e arrangiatore israeliano, strumentista straordinario, che ha assorbito nel suo stile influenze etniche coniugandole con spiccate doti jazzistiche. Completano il combo Joel Frahm al sax tenore, Jason Lindner al piano e Johnathan Blake alla batteria. Ingresso libero.

Giovedì 26 luglio, sempre all’Enoteca Italiana, ancora grande jazz con  Miguel Zenon, Lionel Loueke, Reuben Rogers e Ferenc Nemeth. In apertura il Trio Addabbo/Necciari/Petreni, impreziosito dalla presenza del trombettista Avishai Cohen.

Da venerdì 27 tornano le “Jam Session in Contrada”, binomio vincente che unisce da più di 40 anni, il mondo del jazz e quello delle Contrade. Quattro concerti all’insegna dell’improvvisazione e dell’incontro tra i migliori docenti e le giovani leve che in questi giorni affollano le aule della istituzione jazzistica senese. Il cartellone si apre il 27 luglio (21, 30) nello scenario di Fontenuova, la Società Romolo e Remo della Contrada della Lupa, per proseguire il 28 luglio nella Società Il Leone della Contrada dell’Istrice. La carovana del jazz si sposta il 3 agosto nella Società L’Alba della Nobil Contrada del Bruco, per terminare il 4 agosto nello Società Castelmontorio della Contrada del Valdimontone.

Da domenica 29 a martedì 31 luglio e da domenica 5 a martedì 7 agosto si torna all’Enoteca Italiana, per i saggi finali dei gruppi di musica d’insieme. E ancora, sempre al Bastione San Filippo e San Francesco: mercoledì primo agosto il super-trio composto da Diana Torto, John Taylor e Anders Jormin); giovedì 2 altra all-star band: Steven Bernstein alla tromba; Greg Osby al sax alto, Michael Blake al sax tenore, Steve Cardenas alla chitarra, Pietro Leverattom al contrabbasso e  Eric Harland alla batteria.

Sul fronte didattico sono 120 gli allievi che hanno superato le selezioni di questa edizione dei Seminari e che frequenteranno i corsi di Musica d’insieme e Tecnica dell’improvvisazione e le lezioni teoriche di Storia del Jazz e Analisi delle forme. Studenti di diversa nazionalità che saranno seguiti da alcuni tra i migliori musicisti e docenti del panorama jazzistico internazionale, un concentrato di docenti e musicisti unico nel panorama dei corsi estivi in tutta Europa. Per i corsi di tromba e musica d’insieme Avishai Cohen, Jeremy Pelt, Steven Bernstein e Marco Tamburini; per i corsi di sax alto e musica d’insieme Mauro Negri, Miguel Zenon, Achille Succi e Greg Osby; per quelli di sax tenore e musica d’insieme Maurizio Gianmarco, Joel Frahm, Pietro Tonolo, Michael Blake; per i corsi di pianoforte e musica d’insieme Franco D’Andrea, John Taylor, Stefano Battaglia e Jason Lindner; per quelli di chitarra e musica d’insieme Roberto Cecchetto, Lionel Loueke, Steve Cardenas e Pietro Condorelli; per quelli di contrabbasso e musica d’insieme Paolino dalla Porta, Omer Avital, Furio di Castri e Anders Jormin; per i corsi di batteria e musica d’insieme Eric Harland, Ferenc Nemeth, Massimo Manzi e Roberto Gatto. I corsi specifici di musica d’insieme avranno quattro docenti dedicati: Reuben Rogers, Ettore Fioravanti, Pietro Leveratto e Claudio Fasoli. Il corso di Analisi delle forme è tenuto da Stefano Zenni, quello di Armonia da Tomaso Lama e quello di Storia del Jazz da Francesco Martinelli, direttore del Centro Studi sul Jazz “Arrigo Polillo” – sezione ricerca della Fondazione Siena Jazz.

La formula dei Seminari prevede esibizioni dal vivo delle formazioni composte dai docenti e dagli allievi nei due cartelloni che da sempre rappresentano il fiore all’occhiello di questo appuntamento: la rassegna Enoteca Jazz Club e le Jam Session in Contrada.

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

Info tel. 0577 271401
www.sienajazz.it