Siena Jazz University, visita alla prima Università del Jazz

Giovedì 13 dicembre dalle ore 18 alla Fortezza Medicea di Siena. Apre al pubblico l’istituzione senese. Con due guide d’eccezione, il presidente Franco Caroni, e il trombettista Marco Tamburini.

Una struttura di mille metri quadri nella secolare cornice della Fortezza Medicea, 20 aule, un archivio che è anche un prestigioso centro di studi, oltre 500 iscritti al primo anno accademico…

Solo alcuni numeri di Siena Jazz University, la prima Università del Jazz in Italia che giovedì 13 dicembre, dalle ore 18, apre le porte al pubblico, nell’ambito della rassegna “A lezione di musica” organizzata da Toscana Musiche, Regione Toscana e Intoscana.it.

Ad accompagnare gli intervenuti saranno due guide d’eccezione, il presidente della Fondazione Siena Jazz, Franco Caroni, ed il trombettista Marco Tamburini, uno dei nomi più illustri del jazz internazionale, impegnato da anni nelle attività didattiche di Siena Jazz.

Indicata da DownBeat, la più prestigiosa rivista di jazz americana, come la testimonianza di un “rinascimento italiano”, Siena Jazz è ormai sinonimo di qualità e vive un momento di straordinaria attenzione, soprattutto dopo che con Decreto Ministeriale (D.M.10 novembre 2011, n.193) è diventata la prima istituzione non statale a rilasciare diplomi accademici riconosciuti dal Ministero.

Oltre ai corsi triennali autorizzati dal Ministero, la struttura offre un ampio ventaglio di offerte didattiche e tra le centinaia di iscritti, forte è la presenza di studenti stranieri.

Siena Jazz University è alla Fortezza Medicea, Piazza della Libertà. Ingresso libero.

La rassegna “A lezione di musica” si concluderà mercoledì 19 dicembre all’ExWide di Pisa (ore 19,30 – ingresso gratuito) con l’ultimo “Martinelli’s Corner” dedicato John Coltrane.