Suonata e raccontata, la Storia del Jazz a Pisa

Mercoledì 30 aprile, SMS Biblio, Pisa. In occasione della Giornata Internazionale del Jazz 2014, serata evento con il musicologo Francesco Martinelli ed il Quartetto di Nico Gori. Ingresso gratuito.

In occasione della Giornata Internazionale del Jazz 2014 il Comune di Pisa, in collaborazione con le associazioni ExWide e Pisa Musica 2000, promuove un evento che unisce musica dal vivo e lettura presso il salone della nuova Biblioteca Comunale, l’SMS Biblio presso San Michele degli Scalzi.

Partendo dalla versione italiana della “Storia del Jazz” di Ted Gioia pubblicata nel quadro della collaborazione tra la Fondazione Siena Jazz e la casa editrice EDT, il traduttore e curatore Francesco Martinelli tratteggerà gli assi portanti della storia di questa musica piena di colori e varietà, nata in una delle città più colorate e varie al mondo, New Orleans.

Il commento sonoro pensato per questo evento verrà affidato al collaudato quartetto del clarinettista Nico Gori (con Piergiorgio Pirro al piano, Matteo Anelli al contrabbasso e Walter Paoli alla batteria) lo stesso combo che ebbe grande successo all’SMS Biblio con la serata dedicata al “Persecutore” di Borges letto da Paolo Giommarelli.

I brani presentati dal curatore della edizione italiana della Storia del Jazz e interpretati da questo eccezionale quartetto ripercorreranno tutte le fasi della musica africano-americana: dal seme piantato con le danze degli schiavi di Congo Square e nutrito dai primi gruppi guidati da Buddy Bolden e Joe “King” Oliver il jazz ha iniziato la sua lunga e tortuosa odissea attraverso l’America e intorno al mondo, fiorendo in mille forme diverse – swing, bebop, cool, jazz-rock, free.

Tra gli autori i giganti del jazz che hanno definito i grandi momenti della sua storia: Jelly Roll Morton, “il più grande compositore di brani hot”; Louis Armstrong, le cui incisioni della metà degli anni Venti per la Okeh sono ancora una delle pietre miliari del jazz; Duke Ellington al Cotton Club; il suono tagliente di Charlie Parker; i grandi del cool come Lester Young, Stan Getz e Gerry Mulligan; Miles Davis e il suo concerto del 1955 al Newport Jazz Festival; gli esperimenti di Ornette Coleman con l’atonalità, i grandi orizzonti offerti alla fusion da Pat Metheny, i postmodernisti della scena downtown e la globalizzazione del jazz.

E il viaggio attraversa le paludi del Delta del Mississippi, le chiese e i teatri di New Orleans, i rent party di Harlem, gli speakeasy dell’età del Jazz, i club notturni della corrotta Kansas City, il Cotton Club, il Savoy, il Mintons’ e tutti gli altri luoghi in cui è stata fatta la storia del jazz.

Mercoledì 30 Aprile – ore 21,30
SMS Biblio – Via San Michele degli Scalzi – Pisa
Info tel. 050 866 9200 – www.turismo.pisa.it
Ingresso gratuito