Toscana Musiche Feel the Beat, seconda serata

Venerdì 15 febbraio a Milano nell’ambito della Bit. Nada e Mesolella alla Scighera. Su Radio Popolare/Controradio Riccardo Tesi, Ginevra di Marco e Farewell to Hearth & Home.

Venerdì 15 febbraio a Milano secondo round dei concerti di Toscana Musiche nell’ambito della campagna “Feel the Beat” organizzata da Regione Toscana e Toscana Promozione.

All’Auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare (ore 21 – via Ulderico Ollearo – per partecipare gratuitamente prenotarsi al tel. 02-39241409) si terrà uno speciale live di Riccardo Tesi e Ginevra di Marco, nell’ambito del programma “Patchanka”. L’appuntamento è organizzato in collaborazione con Controradio, che insieme a Radio Popolare trasmetterà in diretta l’appuntamento. Ad aprire la serata Farewell to Hearth and Home, vincitori dell’ultima edizione del Rock Contest.

Sempre venerdì, alla Scighera, si rinnova la collaborazione tra Nada e Fausto Mesolella. Quello fra la vocalist toscana e il chitarrista degli Avion Travel, è un sodalizio ormai ventennale suggellato da decine di date in Italia e in Europa. La personalissima timbrica vocale di Nada ben si amalgama con la chitarra di Mesolella capace di spaziare dai ritmi rock, al jazz e alla new age. “Musica leggera da camera” è la definizione più appropriata per questo spettacolo che comprende grandi successi e classici della tradizione popolare, oltre ad inediti in cui Nada è interprete e autrice dei brani.

I concerti di Toscana Musiche per Feel the Beat continuano fino a domenica 17 febbraio. Tra gli ospiti Ginevra Di Marco e Stazioni Lunari, Anna Granata, Enrico Fink, Enrico Rava & Living Coltrane, Gatti Mezzi.

In occasione della Bit, Toscana Musiche e i festival Siena Jazz, Music Pool, Barga Jazz, Grey Cat, Orienteoccidente, Musicastrada e Itinerari Musicali saranno allo spazio Feel the Beat di Regione Toscana, Padiglione 3, Fiera di Milano.

Sabato 16 febbraio, alle ore 12.00, si terrà presso lo stand la conferenza “Turismo da concerti – una rete di opportunità per grandi e piccoli centri, l’esperienza di Toscana Musiche”.