Trilok Gurtu tabla d’autore, omaggio a Don Cherry

Giovedì 8 agosto, Piazza Garibaldi, Massa Marittima. Il percussionista indiano presenta il nuovo album “Spelbound” dedicato geniale trombettista. Biglietti 20/18 euro. Grey Cat Festival 2013.

Si può dire che Trilok Gurtu, il percussionista di Bombay, abbia il ritmo e la musica inscritti nel suo Dna. Appartenente a una famiglia di musicisti, è cresciuto confrontandosi fin da piccolissimo con le complesse regole e strutture ritmiche della musica classica indiana.

La sua carriera inizia negli anni ’70 col free jazz, mentre a partire dagli anni ’90 diventa un punto di riferimento della world music, habitat naturale di Trilok, che comunque s’è sempre dimostrato un compositore visionario in grado di fondere con grande creatività la musica indiana con il jazz, il rock, il pop, le sonorità etniche e la musica classica.

“Spellbound”, il suo ultimo disco, è un omaggio alla leggenda del jazz Don Cherry, amico e mentore, e non a caso lo strumento intorno a cui ruota l’intero album, ricco di improvvisazioni, è la tromba, simbolo della personale visione della musica di Trilok. In questa formazione lo strumento è affidato a Matthias Schriefl, pluri-premiato astro nascente del jazz tedesco, che affianca Trilok insieme al bassista Jonathan Ihlenfeld Cuniado e al pianista Tulug Tirpan.

La musica del percussionista e vocalista indiano costituisce un ponte ideale fra la cultura orientale e quella occidentale, il cui collante è rappresentato da un’originale concezione ritmica con le radici ben salde nelle tradizioni dell’India e ramificazioni che inglobano elementi africani e jazzistici.

Determinante  per sviluppare il suo fenomenale talento è stato il sodalizio artistico con gli Oregon e quello con John McLaughlin. Tra le infinite collaborazioni, impossibile non ricordare poi quelle con Joe Zawinul, Bill Laswell, Pharoah Sanders, Pat Metheny, Gilberto Gil, il nostro Ivano Fossati, Yo Yo Ma e le sorelle Labeque.

“Non mi piace il jazz di oggi – spiega il maestro indiano – perché è stato trasformato in una specie di accademia per critici. È molto diverso da quello che suonavo nei ’70 e differente dalla musica di Don Cherry”.

Formazione: Trilok Gurtu percussioni voce; Jonathan Ihlenfeld Cuniado basso; Tulug Tirpan piano & tastiere; Matthias Schriefl tromba.

Grey Cat Festival 2013 è organizzato da Regione Toscana, Provincia di Grosseto, Comuni di Follonica, Grosseto, Scarlino, Massa Marittima, Roccastrada, Monterotondo Marittimo, Gavorrano, Orbetello, Castiglione della Pescaia, Castelnuovo Val di Cecina, Music Pool, Arci Grosseto, AMF Scuola di musica di Follonica, Toscana Produzioni Audio Video, Toscana Musiche.

PROGETTO VETRINA TOSCANA IN MUSICA – Quest’anno oltre all’orecchio coccola anche il palato! Grazie alla collaborazione con Vetrina Toscana si possono degustare prodotti toscani di qualità, per un’esperienza del territorio a 360 gradi. Programma completo delle iniziative www.vetrina.toscana.it.

Giovedì 8 agosto – ore 21.30
Piazza Garibaldi – Massa Marittima (Gr)
Info: 055 240397 – 0566 52012 – www.eventimusicpool.it
Biglietti: 20/18 euro; prevendite on line: www.eventimusicpool.it
www.ticketone.it, www.boxol.it